HOME ARREDAMENTO LIFESTYLE URBAN & CITY ECO FOOD MOTORI SPECIALE TRIENNALE ARCHIVI

 

Tempo di libri |Milano

Fiera dell'editoria italiana

19-23 aprile 2017 | Fiera Milano Rho

 

È l'alfabeto. Ventisei lettere in tutto. Colle lettere fai le parole. Colle parole tutto.

(Sapphire, Precious)

 

Dal 19 al 23 aprile, a Milano, è Tempo di libri, la prima edizione della nuova fiera dell'editoria all'insegna "dell'apertura e dell'inclusività".

Giuseppe Sala, Sindaco di Milano in apertura di conferenza stampa ha dichiarato: "Con tempo di libri, Milano vuole superare se stessa".

Il progetto è certamente ampio e le anticipazioni promettono una grande festa il cui carattere innovativo partirà dal rapporto tra editori, autori e lettori. Gli editori sono stati coinvolti direttamente nella definizione del programma: non come soggetti esterni, ma come veri e propri consulenti; gli autori hanno risposto con curiosità ed entusiasmo all'invito a partecipare a incontri che escono dalla routine della presentazione di un libro; i lettori, infine, saranno i veri protagonisti della Fiera.

Un salone tutto nuovo in tre mesi che alla fine avrà 720 appuntamenti, 17 sale per incontri, un auditorium da mille posti, 35mila metri quadrati di spazi e oltre 400 espositori tra case editrici, riviste, associazioni, biblioteche, librerie, enti pubblici, start up.

Attraverso lo strumento dell'alfabeto (una griglia su cui sono suddivisi tutti gli appuntamenti della manifestazione) ognuno potrà costruire – e scoprire – il suo personale Tempo di Libri, rispondendo alla seduzione del nome di un autore, di una storia, di un grande tema, di un'atmosfera o semplicemente scegliendo la sua lettera preferita.

 

"Questa è la nostra fiera, la fiera degli editori italiani che si raccontano" ha spiegato alla presentazione Renata Gorgani, presidente della Fabbrica del libro, la società creata da Aie con Fiera Milano per realizzare il nuovo salone, risultato di una missione che sembrava quasi impossibile.

La vera novità è invece la parte dedicata al Fuori Salone. Nell'anima della fiera che va al di là di Rho, ci sono i modi di fare davvero milanesi che distinguono questa manifestazione, da quella di Torino: i libri arriveranno dappertutto, come nei due modelli che hanno fatto scuola nel mondo - la Fashion Week e la Design Week. 'Fuori Tempo di Libri' sarà un palinsesto complementare alla fiera che accenderà la città tutte le sere, a partire dalle 19.30, quando gli stand chiuderanno i battenti. Maratone di lettura, cocktail letterari, autori che si improvviseranno "librai per un giorno" nei negozi di Milano, una gigantesca installazione in piazza Duomo dove si potranno leggere i nomi di tutti i 2000 scrittori partecipanti, bookcrossing per la prima volta all’aeroporto di Linate e Malpensa, libri a domicilio portati in bici da studenti in alternanza scuola-lavoro e una grande festa serale nel giardino storico di palazzo Sormani sabato 22 aprile con il raduno dei 400 lettori volontari ad alta voce che il Comune ha reclutato e formato grazie al Patto di Milano.

 

 

L’identità visiva della Fiera “riassume l’idea della trasversalità, del viaggio attraverso simboli e mondi di storie: è stata infatti affidata all’illustratore concettuale Magoz, nato a Barcellona ma ‘nomade’ sia per i tanti Paesi nei quali ha vissuto e che gli sono di ispirazione, sia nei significati che di volta in volta sceglie di trasmettere, filtrati dalla sua matita minimalista e, al tempo stesso, poetica”.

Alla sua prima esperienza di illustrazione per una fiera, si è concentrato – si spiega nella nota – sull’oggetto-concetto del libro, dispiegando tutto ciò che può diventare: una finestra sui sentimenti, una porta sul mondo, un luogo accogliente dove sognare e molto altro.

Tra le curiosità, ci sono le cene letterarie, solo su prenotazione. In alcuni ristoranti – gli accoppiamenti sono ancora da stabilire – una decina di scrittori mangeranno a tavola con i lettori per una serata speciale. La prima è con La Pina, in programma il 18 aprile da Wicky’s, come anteprima di Tempo di Libri (serata di beneficenza), seguiranno il medico scrittore Andrea Vitali, l’autrice da best seller Clara Sanchez, lo scrittore amato dai giovani Federico Moccia, Alessia Gazzola e Wulf Dorn. Cocktail e letteratura al Bar Basso il 20 aprile con “Milano da bere – Cocktail party di Studio per Tempo di Libri con Negroni, dj set e una copia speciale della rivista in omaggio con i contribuiti di alcuni scrittori che raccontano la loro Milano da bere e i loro aperitivi preferiti.

Infine, un hastag #TDL17 per raccontare un'evento che è certamente social, snodato tra facebook, instangram, twitter ed un'app tramite la quale poter programmare il proprio TDL tour, a sostegno di quell'ormai iconica "@" che è parte fondamentale di questo mondo 2.0

 


REDAZIONE GAZ MAGAZINE - Via Scarlatti, 30 - 20124 Milano - Tel.0266987787 - redazione@gazmagazine.net